Brasile, l’Oms: “Nuova ondata è una tragedia”

Il Brasile sta affrontando “una tragedia” a causa della “una nuova ondata” di Covid-19: ad affermarlo è Mike Ryan, direttore emergenze dell’Oms.Venerdì 26 febbraio il Paese sudamericano ha registrato 65.169 nuovi positivi e 1.337 morti, mai così tanti in 24 ore da inizio pandemia. In Brasile ci sono già stati oltre 10 milioni di casi e 251 mila morti. Il Brasile, ha detto Ryan, “deve essere un monito per tutto il mondo, la pandemia non è finita e ogni rilassamento è pericoloso”. Nel Paese sono sempre più i governi regionali e municipali che adottano nuove e più severe misure, come il coprifuoco notturno e la chiusura delle attività. Ma il presidente Bolsonaro si esprime contro le chiusure: “La gente non può più stare a casa. La gente vuole lavorare. Chi chiude tutto e distrugge il lavoro fa il contrario di quello che vuole la gente”. In particolare, gli Stati di Paranà, Santa Catarina e Bahia tornano in lockdown totale da stasera, dopo che il tasso di occupazione dei reparti di terapia intensiva negli ospedali ha superato la soglia critica.

Fonte: https://tg24.sky.it/mondo/2021/02/27/coronavirus-mondo

Condividi su: