Fausto Gresini muore a 60 anni

L’ex campione mondiale di moto era risultato positivo al coronavirus pochi giorni prima di Natale, poi le sue condizioni sono peggiorate fino a diventare critiche. Vincitore del Mondiale 125 nel 1985 e 1987, era a capo dell’omonimo team in MotoGP.

Gresini ha esordito nel 1982 e ha sempre corso nella classe minore del motomondiale, la 125. Il primo alloro iridato è arrivato nel 1985 su Garelli: tre vittorie (in Austria, Belgio e San Marino), cinque pole position e 109 punti conquistati. L’anno seguente si è aggiudicaro quattro GP (in Spagna, Europa, Svezia e Germania). Nel 1987, la stagione d’oro: vince 10 delle 11 gare in calendario e torna campione della 125 dopo aver collezionato 150 punti. Nel 1988 un infortunio lo tiene lontano dalle gare. Poi il passaggio all’Aprilia, con cui ha corso solo un’annata poco felice. Infine la fine carriera alla Honda con cui gareggia dal ’90 fino al ’94: col team giapponese vince due gare nel 1991 e una nel 1992, stagioni che chiude al secondo posto. Lo scorso 23 gennaio aveva compiuto 60 anni.

Fonte SkyTG24

Condividi su: