Via libera negli USA al vaccino Johnson&Johnson

La commissione di esperti della Food and Drug Administration statunitense ha dato il via libera del vaccino monodose anti-Covid della Johnson&Johnson, raccomandandone l’autorizzazione per l’uso d’emergenza. L’autorizzazione è attesa per oggi, 27 febbraio, o comunque entro il weekend: la raccomandazione della commissione di esperti non è vincolante, ma ha ricevuto un consenso unanime e difficilmente l’autorità si muove in direzione opposta. “Siamo estremamente grati” al panel di esperti dell’Fda, è il primo commento, in una nota, dell’azienda farmaceutica. “Riteniamo che il nostro vaccino possa contribuire a cambiare la traiettoria della pandemia. Noi siamo pronti a renderlo disponibile il prima possibile”.

Vaccino Johnson&Johnson ha una sola dose

Quello di Johnson&Johnson sarà il primo vaccino a una sola dose a essere autorizzato, diversamente dagli altri approvati finora che prevedono due iniezioni. Può essere conservato, inoltre, a temperature da frigorifero, tra i 2 e gli 8 gradi. Il 16 febbraio l’azienda farmaceutica ha chiesto l’autorizzazione anche all’Ema per l’utilizzo del suo vaccino in Europa.

Cento milioni di dosi negli Usa entro giugno

Johnson & Johnson ha garantito la produzione di 100 milioni di dosi negli Usa entro giugno, di cui venti milioni entro la fine di marzo. Questi numeri si aggiungono ai circa 300 milioni che Pfzier-BioNTech e Moderna hanno promesso di consegnare entro fine luglio. Il vaccino della Johnson & Johnson ha mostrato di essere efficace nel 72 per cento dei casi in Usa, e nel 64 in Sudafrica, dove è comparsa una variante particolarmente aggressiva e che si sta diffondendo negli Stati Uniti. Inoltre il vaccino è risultato efficace nell’86 per cento dei casi di forme gravi di Covid in Usa, e nell’82 per cento in Sudafrica. Nessuna delle quasi 22mila persone sottoposte alla terapia è morta per il virus.

Fonte: https://tg24.sky.it/salute-e-benessere/2021/02/27/covid-vaccino-johnson-johnson

Condividi su: