Amsterdam prova a riaprire le discoteche, tra distopia e speranza

Il mondo della notte si ingegna per interrompere un periodo di chiusura che ormai dura da troppo tempo. In Olanda una discoteca di Amsterdam, lo Ziggo Dome, sperimenta le dinamiche di una serata ai tempi del covid. Con il pubblico diviso in gruppi di venticinque persone per cinque bolle separate.

Tutti ballano a distanza di sicurezza con le maschere. Divertimento garantito aspettando che il vaccino un bel dì faccia il lavoro sporco

Spiega il ricercatore dell’Università di Twente, Ruud Verdaasdonk, organizzatore dell’esperimento:

“abbiamo un preparato fluorescente, non è tossico, che le persone possono bere come una birra. E quando cantano le gocce vengono sprigionate attorno a loro”.

Quindi si può rilevare a occhio e croce la gittata dello spray delle ugole scatenate e tenersene a distanza di sicurezza. La quantità di saliva viene misurata dai responsabili dell’esperimento, chiamato Fieldlab.

Le cavie hanno fatto un test prima e ne fanno uno dopo.

Ai presenti viene misura la febbre durante la serata e a volte vengono anche sottoposti a tamponi improvvisati. Si muovono inoltre con un sensore che rileva il numero di contatti avuti.

Manca solo la vivisezione affettuata sulla consolle del deejay. Chissà se si stanno attrezzando.

Fonte: https://it.euronews.com/2021/03/07/esperimento-ad-amsterdam-per-riaprire-le-discoteche-tra-distopia-e-speranza

Condividi su: