Vaccino Astrazeneca: I dati del Regno Unito provano che funziona

“Il caso del Regno Unito prova che i vaccini funzionano”. A dirlo è Lorenzo Wittum, presidente e ad di Astrazeneca Italia, intervenuto a Sky TG24. “E che è importante – aggiunge – che per l’andamento dell’epidemia più persone possibile siano vaccinate nel minor tempo possibile”. Sulle dosi in arrivo in Italia, Wittum spiega: “Siamo pronti a fornirne 20 milioni nel secondo trimestre, di cui 10 milioni da produrre nella catena europea”. Il target per il 2021 è di “300 milioni in Europa di cui 40 per l’Italia”.

“Ora abbiamo i dati sull’efficacia nella vita reale”

“È importante” da quello che stiamo vedendo nel Regno Unito, spiega ancora Wittum, “che ora abbiamo i dati sull’efficacia dei vaccini nella vita reale, sull’ospedalizzazione. Secondo uno studio sulle vaccinazioni in Scozia, AstraZeneca ha una riduzione del 95% di ospedalizzazioni su oltre 500mila scozzesi vaccinati. Ci aspettiamo gli stessi dati in Inghilterra”, spiega l’ad di AstraZeneca Italia.

“Richiamo possibile fino a 12 settimane”


Sugli aspetti clinici del vaccino AstraZeneca, Wittum sottolinea che “per il richiamo è  possibile spaziare fino a 12 settimane, ma non bisogna andare oltre” quella tempistica. E sulla possibilità di che il vaccino sia efficace anche con una sola dose, spiega: “Servono altri studi clinici”.

Fonte: https://tg24.sky.it/cronaca/2021/03/01/astrazeneca-ad-lorenzo-wittum-intervista

Condividi su: